martedì 6 dicembre 2011

Piazza Solidale a Paderno Dugnano, sabato 17 dicembre 2011 dalle 10.00 alle 19.00
















Sabato 17 settembre, dalle ore 10 alle ore 19, nell’atrio dell’Auditorium presso la Biblioteca Tilane di Paderno Dugnano, piazza della Divina Commedia, si terrà un’esposizione ad entrata libera di prodotti e progetti di varie associazioni, un’occasione per conoscere da vicino le attività associative, ma anche un modo per trovare idee per un regalo sostenibile, naturale e solidale.
Per tutto il giorno, all’interno della struttura Tilane, al riparo dal freddo si potrà liberamente passeggiare, curiosare ai tavoli espositivi, chiedere informazioni e prendere contatti con i volontari delle associazioni presenti.
Dalle ore 15  alle 17 i bambini potranno divertirsi con i volontari della Rete Intercultura delle Scuole di Paderno Dugnano che animeranno un laboratorio creativo e il “trucca bimbi” . Presso il loro tavolo si potrà trovare il Calenda-Ricette 2012. Il calendario-ricettario, che illustra alcune tra le ricette più rappresentative delle principali comunità linguistico-culturali presenti sul territorio, è frutto della collaborazione dei genitori di studenti di provenienza non italiana, che si sono resi disponibili per cucinare insieme. Senza tralasciare le leccornie della tradizione nostrana. A ispirare la realizzazione del calendario è stata la curiosità verso le diverse culture, il rispetto per l’altro, la consapevolezza della ricchezza di ogni patrimonio culturale, valori su cui si fonda la convivenza civile. Il Calenda-Ricette è diffuso a offerta libera. Il denaro ricavato servirà a finanziare altre occasioni di incontro e di dialogo tra le culture, nella convinzione che la multiculturalità sia una risorsa per tutti.
Nell’Auditorium, alle 17.00 I volontari di Emergency presenteranno il nuovo documentario “Life in Italy is OK”.
Prodotto dall’associazione, è il racconto della vita in Italia di migranti, stranieri e nuovi poveri che hanno avuto occasione di incontrare Emergency nei Poliambulatori di Palermo e Marghera o sui “Polibus” in giro per la Puglia e la Sicilia. Interverrà Matteo Giuffrida volontario Emergency del gruppo Usmate-Velate e Monica Celi, segretaria della Rete Intercultura delle Scuole di Paderno Dugnano.
Nell’anno del suo ventesimo anniversario, il Circolo Eco-Culturale La Meridiana, con questa iniziativa, continua nel suo impegno di avvicinarsi alle tematiche dell'ecologia, dei diritti e della democrazia, attraverso la solidarietà sociale e la ricerca di collaborazione con le altre associazioni. Ha voluto concretizzare questa nuova occasione a cui hanno risposto con la loro presenza 14 associazioni:
AIEA – Medicina Democratica, Associazione Amici del Senegal (che per tutta la giornata raccoglierà materiale scolastico o abbigliamento estivo in buono stato per portarli alle comunità bisognose del Senegal), ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Associazione "Fera de Dugnan" (organizzatrice della omonima manifestazione, che in questa occasione, propone i volumi delle poesie in milanese di Giosafatte Rotondi, con le traduzioni in italiano), Associazione "Sorrisi per il Togo" (nata da poco per iniziativa di persone originarie di questo Paese africano, insieme con alcuni italiani, con l’intento di raccogliere aiuti per i villaggi bisognosi del Togo), AUSER, Centro Ein Karem, Coop. I Sommozzatori Della Terra, Effetto Terra (commercio equo e solidale), Emergency, Legambiente circolo Grugnotorto, LIPU (Oasi di Cesano Maderno), Parent Projet, Rete Intercultura delle Scuole di Paderno Dugnano.
L’iniziativa è patrocinata dall’assessorato alle Attività Culturali e Identità Locale del Comune di Paderno Dugnano.

giovedì 1 dicembre 2011

Circolo Arci

Il Circolo Eco-Culturale La Meridiana è affiliato all'ARCI. Le iniziative riservate agli iscritti (laboratori di danze, concerti ecc.) sono aperte a tutti i soci ARCI di qualunque circolo.

lunedì 21 novembre 2011

venerdì 18 novembre 2011

Appello per l'acqua pubblica in Lombardia

APPELLO PER L’ACQUA PUBBLICA      
IN LOMBARDIA
PER LA MODIFICA DELLA LEGGE REGIONALE SUI SERVIZI IDRICI


Con il presente Appello, il Coordinamento Regionale Lombardo dei Comitati per l'Acqua
Pubblica,
a nome degli oltre 3 milioni e 700 mila cittadini lombardi (pari a più del 50% degli elettori) che ai
Referendum del 12 e 13 giugno 2011 hanno votato Sì all’abrogazione delle norme che
imponevano la privatizzazione e garantivano i profitti sulla gestione dei servizi idrici;
CHIEDE
1. al CONSIGLIO della Regione Lombardia di modificare la Legge Regionale n. 26/2003
(così come modificata dalla L.R. 21/2010) per la parte riguardante i servizi idrici, che
nel testo vigente prevede l’esproprio delle competenze dei Comuni (attraverso la
soppressione delle Autorità d’Ambito territoriale - A.ATO) e la privatizzazione dell’acqua
(poiché contiene ancora i riferimenti al Decreto Ronchi, abrogato dal Referendum
nazionale, che obbligava a cedere ai privati la gestione dei servizi idrici);
2. agli Amministratori dei COMUNI e delle PROVINCE della Lombardia di fermare le
procedure per la costituzione degli Uffici d’Ambito provinciale (in sostituzione delle
A.ATO) e di non attivare i processi di riorganizzazione della gestione dei servizi idrici
che avviano le gare o predispongono l'ingresso dei privati nelle aziende pubbliche
esistenti.
3. ai CITTADINI ed ai COMITATI dell’acqua di monitorare sui territori le decisioni che
saranno assunte dai Comuni e dalle Province, rispetto alla gestione dei servizi idrici
locali.

Se la legge regionale non verrà cambiata al più presto, il rischio è che l’acqua di tutta la
Lombardia finisca nelle mani di poche imprese private, italiane o straniere, interessate solo
a fare profitto.

Il Coordinamento Regionale Lombardo dei Comitati per l'Acqua Pubblica formula le
seguenti proposte:

salvaguardare la titolarità dei Comuni nel governo dei servizi idrici, prevedendo forme
di partecipazione della cittadinanza alle scelte sulla gestione dell’acqua;
garantire la gestione totalmente pubblica dei servizi idrici, attraverso l’affidamento ad
aziende di diritto pubblico di proprietà dei Comuni;
avviare un confronto politico per la riorganizzazione complessiva del servizio idrico,
che va ridefinito quale “servizio di interesse pubblico generale, privo di rilevanza
economica”, attraverso la valorizzazione dei bacini idrografici esistenti in Lombardia, che
devono essere amministrati dai Comuni e affidati in gestione ad aziende di diritto pubblico,
garantendo il diritto all’acqua secondo principi di solidarietà.

Perché si scrive acqua, ma si legge democrazia
Coordinamento Regionale Lombardo dei Comitati per l'Acqua Pubblica
Ottobre 2011

per ADESIONI inviate un’email a: info@contrattoacqua.it 

domenica 13 novembre 2011

Cena solidale con i lavoratori e familiari EURECO sabato 19 novembre 2011

sabato 19 novembre 2011
Presso l'ARCI di Palazzolo Milanese
Via Coti Zelati 51(entrata di fronte alla stazione FNM)
Dopo la cena seguirà il Concerto a
ballo di musica e danze popolari
Cena + Concerto: euro 10,00
Solo concerto: offerta libera
Comitato a sostegno delle famiglie e dei lavoratori Eureco

 Sono aperte le prenotazioni
 Per una buona riuscita dell'organizzazione
si chiede di prenotare entro venerdì 18
contattando Mario Petazzini
per e-mail m.petazzini@libero.it
o per telefono cell.: 335 6863489

Inoltre è benvenuto chi si offre nella preparazione
di torte salate o qualche altra leccornia
comunicandolo come sopra.
  


martedì 18 ottobre 2011

Stage di danze balcaniche - Roberto Bagnoli 12-13 Novembre 2011


Il 12 e 13 novembre 2011 a Paderno Dugnano presso l'ex Cinema Splendor
ROBERTO BAGNOLI (http://www.morenu.it/fare/home.htm) con la sua energia e la sua passione ci accompagnerà attraverso la danza nel mondo ricco e variegato delle melodie e delle tradizioni balcaniche...

Il sabato sera danzeremo sulle note de iROUSETO FOLK



lunedì 10 ottobre 2011

Ecofesta 2011 a Paderno Dugnano Domenica 16 Ottobre

Ecofesta 2011, domenica 16 ottobre al centro sportivo comunale di Via Serra a Paderno Dugnano
Nell'ambito dell' ecofesta, un'altra occasione per danzare! 
Dalle 16:45 Musica e danze delle tradizioni popolari
animazione a cura de La Meridiana - Danze folk.






















E durante  il pomeriggio giochi divertimento e animazione per tutti i bambini!


martedì 4 ottobre 2011

Danze Popolari alla "Fera de Dugnan"


 Domenica 9 ottobre
il Circolo Eco-Culturale La Meridiana
sarà presente alla 16.a edizione della "Fera de Dugnan".
Presso la piazzetta di Via Rotondi 47/49  troverete il gazebo dell'associazione
dove potrete iscrivervi ai corsi di danze popolari 2011/2012 e  dove il gruppo DANZE FOLK / La Meridiana
ha organizzato dalle
ore 15.00
il
CONCERTO a ballo dei  

 
 

martedì 20 settembre 2011

Paderno in Folk continua ...

 ...con i laboratori di danze popolari a Paderno Dugnano



venerdì 16 settembre 2011

CALENDANZE

SETTEMBRE 2011
tutte le serate si terranno presso la sala polifunzionale nel seminterrato della scuola media "S.Allende",
via Italia 13 Incirano di Paderno Dugnano
mercoledì 14, 21, 28 ore 21.15
STAGE DI DANZE BRETONI CON CRISTINA ZECCHINELLI

venerdì 16 ore 21.15
SERATA DI RIPASSO gratuita aperta a tutti

venerdì 23 ore 21.15
SERATA DI RIPASSO gratuita aperta a tutti
Cristina Duci ci condurrà nel ripasso del FANDANGO ESTREMEGNO
venerdì 30 ore 21.15

SERATA DI PROVA gratuita aperta a tutti
Cristina Duci presenterà i laboratori della stagione 2011/12
Durante le serate sarà possibile iscriversi a laboratori e stage

  OTTOBRE 2011
 presso la sala polifunzionale nel seminterrato della scuola media "S.Allende", 
via Italia 13, Incirano di Paderno Dugnano

mercoledì 5 - ore 21.15
Inizio del laboratorio di DANZE PER TUTTI
tenuto da CRISTINA DUCI
23 incontri che temineranno il 28 marzo 2012

venerdì 7 - ore 21.15
Inizio del laboratorio di DANZE IMPEGNATIVE
tenuto da CRISTINA DUCI
22 incontri che termineranno il 30 marzo 2012

NOVEMBRE 2011
salone ex cinema Splendor via Fante d'Italia10/A
sabato 11 e domenica 12
 BALKAN FESTIVAL - STAGE DI DANZE BALCANICHE
condotto da ROBERTO BAGNOLI
sabato 11 ore 21.15
CONCERTO con iRouseto Folk



Corso di DANZE della BRETAGNA


Corso di DANZE della BRETAGNA
con Cristina Zecchinelli
Gruppo DANZE FOLK del Circolo Eco Culturale “La Meridiana”
14 – 21 – 28  settembre 2011
dalle ore 21.15 alle ore 23.15
presso la sala polifunzionale
di Via Italia 13 - Scuola Media Allende
 Paderno Dugnano      


       Il corso prevede un “viaggio”, anche se breve, nei territori francesi della Bretagna nei quali la musica e la danza tradizionale hanno conservato e ritrovato le caratteristiche e le vivacità di un tempo.
      Grazie ai diversi anni di studio con i miei Maestri francesi, danzatori della tradizione fin da piccoli, potremo fare un percorso di conoscenza di questo repertorio studiando insieme, le posture, le spinte dei passi e la comunicazione tra i danzatori, apprendendo sequenze di passi e coreografie di alcune delle danze più significative. Si danzerà sulle belle melodie interpretate con il kan a diskan o suonate con bombarda e bigou, principali strumenti della cultura bretone.
    Tutto questo per poi invogliarvi a partire veramente, e andare in Bretagna a danzare !!

  Le Danze:      
-         Gavotte de Montagne e Dans a Podu fer, danza “madre” del repertorio bretone
-    Rond Pagan
-         Kas a Barh , forma di Andro in coppia
-         Gavotte du bas Leon, differente forma di gavotte della regione del Leon
-         Dans Leon, caratteristica danza con le dame di fronte ai cavalieri,
-         Suite de Loudeac, e le sue 4 parti.

Nell’apprendimento delle Danze si presterà particolare attenzione a :
-         Stili di danza e  aree  geografiche;
-         Danzare sulla musica : ascolto della melodia, le frasi musicali , il ritmo e il tempo nella musica;
-         Il lavoro individuale :  la postura, gli appoggi, la spinta dei passi, l’armonia nel      movimento;
-         Danzare insieme : le posizioni, le prese, differenza tra i ruoli Dama e Cavaliere, il movimento delle diverse coreografie.
   Le danze scelte fanno parte del repertorio suonato dai Bifolc, bravissimi musicisti piemontesi, ormai quasi bretoni, Gianluca Cavallotti e Stefano Guagnini, con i quali collaboro. Nei loro concerti potrete danzarle tutte sulle loro belle melodie.
   Il programma è come sempre indicativo, insieme si definirà il percorso più adatto al gruppo, in base a preferenze, attitudini, risorse e … resistenza!

          Adesioni:
scrivere a fulmonti4@gmail.com,
oppure telefonare al 339/4413556.
                                                                                   

domenica 4 settembre 2011

Paderno in Folk 2011 - Quinta edizione











 “Paderno in Folk” 2011-  quinta edizione
COMUNICATO STAMPA
Giovedì 1 settembre 2011

Per rendere un po' più viva la nostra città e un po' meno quartiere dormitorio di Milano,
per creare un'occasione per far incontrare le persone, conoscersi, favorire quei contatti
oggi tanto difficili a causa di uno stile di vita basato sull'individualismo.

La nostra socialità collettiva è ostacolata dalla tivù, dal centro commerciale, dalla nostra auto.
E' difficile rapportarsi alle persone se non si usano le piazze, se non si passeggia a piedi o in bicicletta,
se non ci sono luoghi e momenti di aggregazione.
Una città non è una comunità se i suoi membri neanche si incontrano.
Pensiamo che fare cultura sia, prima di tutto, socializzare.

Ecco perché per “Paderno in Folk” si sono scelte le piazze della città piuttosto che l’area feste del Centro Sportivo Comunale di via Serra; un festival che si vorrebbe diffuso in una piazza di ciascuno dei sette Quartieri, distribuito in diverse serate, che ne facciano un momento di festa unificante tra centro e periferia, ma questo dipende dal numero dei volontari e soprattutto dalla volontà dell’Amministrazione Comunale con cui vogliamo collaborare.

Quindi, per rendere un po' più viva la nostra città e un po' meno quartiere dormitorio di Milano, il Circolo Eco-Culturale La Meridiana, associazione di Paderno Dugnano, ha organizzato per il 9, 10 e 11 settembre 2011 un festival di musica e danze della tradizione dei popoli del mondo, un appuntamento annuale che si ripete per la quinta volta nella prima metà di settembre, che ha l’ambizione di diventare un evento di interesse regionale, che coinvolga la città (associazioni socio-culturali e di categoria, esercizi pubblici per la ristorazione, ecc.) con effetti sociali ed economici.

Per questa quinta esperienza si svolgerà ancora nel centro della città (il venerdì e il sabato in Piazza della Resistenza, la domenica in Piazza Falcone e Borsellino) dove ci sono esercizi pubblici che possono recepire l’affluenza delle persone richiamate dall’evento.
In caso di maltempo l’iniziativa si potrà comunque svolgere presso l’ex Cinema Splendor di via Fante d’Italia 10/A.

La diversità della musica e delle danze della tradizione popolare.

Teresa De Sio, in una intervista (“La nuova ecologia” del settembre 2006) definiva la musica popolare musica “ecologica”, che non lascia scorie e non inquina:
“Viviamo in un mondo che tende a consumare velocemente ogni cosa. Ma consumare fino in fondo, cioè fino a farle sparire del tutto, le cose, i sentimenti, le ideologie, è un affare molto complicato. Così il mondo resta pieno di cose inutilizzate, passate di moda, ma che pure stanno lì ammassate a formare quel cumulo di rifiuti che finirà, come aveva predetto il grande capo indiano Toro Seduto, per seppellire la civiltà dell’uomo bianco.
La musica popolare ha una freschezza sempre rinnovabile perché serve sempre a qualcosa: una festa, una celebrazione, un funerale, un rito di possessione e una guarigione. Per questo è l’unica vera musica “di consumo”, assolve a funzioni sociali, e dunque non lascia in giro scorie inquinanti. Quando il rito finisce anche la musica tace”.

Sono diversi gli strumenti: i musicisti sono suonatori che riproducono brani tradizionali al servizio della danza in modo particolare con strumenti tradizionali come la cornamusa, la ghironda, l’organetto, il violino, i flauti oltre alle chitarre e le percussioni.

Sono diversi i luoghi: la musica e le danze che si suonava e si ballavano, non nelle sale da ballo, ma sull’aia delle cascine, sulle piazze dei paesi, sui prati o sulla terra battuta, nei momenti importanti per la comunità o dettate dalle scadenze delle stagioni, dei cicli della natura, dal lavoro dei campi o della pesca, scadenze e ritualità che spesso sono state mantenute anche con l’evento dell’industrialismo prima e dell’elettronica poi.

Diverso è l’approccio al ballo: spesso si danza in cerchio mantenendo un contatto con le mani, i ballerini e le ballerine nelle danze si scambiano di posto e si balla con tutti, belli e brutti, con chi balla bene e con chi non riesce a mantenere bene il ritmo o non conosce bene la danza, senza competizione (sono rare le danze di coppia fissa).

In tutti i popoli, in tutte le culture, la danza è una delle più importanti espressioni del sentimento umano. La musica e le danze della tradizione popolare è la celebrazione della festa, dell’amore, della lotta, della divinità e di ciò che più profondamente tocca la vita delle persone. Per socializzare la gioia, la fertilità ma anche la tristezza di un lutto o di una calamità. Quindi la musica e le danze della tradizione possono essere un mezzo per avvicinarsi e conoscere la cultura di altri popoli.

Non vogliamo che vada perso tutto questo.

In questa edizione, nei laboratori di sabato10 e domenica 11, ci sono tre occasioni per i cittadini di provare a cimentarsi per la prima volta con le danze popolari folk dove chiunque può partecipare gratuitamente e imparare delle danze da ballare ai concerti della sera. Per partecipare ai laboratori non è necessario avere doti particolari, ma è indispensabile avere voglia di imparare e soprattutto di divertirsi.

Per la terza volta nella storia di “Paderno in Folk”, sabato 10 alle ore 15.30 ci sarà anche un laboratorio di danze riservato ai bambini con merenda finale.

Appuntamento a “Paderno in Folk”.
 
- Circolo Eco-Culturale La Meridiana
- Gruppo DANZE FOLK / La Meridiana

venerdì 15 luglio 2011

Danze Estive con il Gruppo Danze Folk - La Meridiana

Si danza nelle calde serate d'estate con musica riprodotta da CD e come DJ  noi del Gruppo Danze Folk / la Meridiana:
MERCOLEDI' 3 AGOSTO, dalle ore 21 presso la pista a ballo del centro sportivo comunale-parco Toti, in via Serra a Paderno Dugnano, all'interno dei mercoledì folk nella edizione 2011 dell' "Estate Padernese".
Inoltre, proseguiranno altre due serate del mercoledì folk ( 10-17 agosto) sempre nella manifestazione " Estate Padernese", con DJ set il Guppo danze popolari Paderno / Palazzolo sport.

mercoledì 22 giugno 2011

Danze a Bollate per la Festa dei Popoli Domenica 26 Giugno 2011

DOMENICA 26 GIUGNO DALLE ORE 17:00 ALLE 19:00

DANZE POPOLARI FOLK CON ANIMAZIONE DEL GRUPPO DANZE FOLK "LA MERIDIANA" NELL'AMBITO DELLA FESTA DEI POPOLI.  

APPUNTAMENTO PRESSO L'ORATORIO SAN FILIPPO NERI, VIA LEONE XIII, BOLLATE.

VENITE A BALLARE CON NOI!

 

giovedì 9 giugno 2011

BATTIQUORUM!

Care e cari danzerini,
 
Con questo post vogliamo salutarVi tutte e tutti e RINGRAZIARVI per il forte contributo che avete dato alla buona riuscita di iniziative importanti per sostenere i referendum, anche a Paderno Dugnano.
 
In fondo troverete l'articolo di giornale, con foto di gruppo, tratto da il Giorno del 8 giugno, che riporta l'iniziativa che abbiamo organizzato domenica 15 maggio con "flash mob e danze popolari folk", per sostenere i REFERENDUM che andremo a votare domenica 12 e lunedì 13 giugno prossimi.
 
I momenti che in questo anno e mezzo hanno accompagnato l'intera campagna referendaria sul nostro territorio, sono stati diversi e partecipati.
 
Anche i concerti a ballo che abbiamo organizzato, nelle diverse occasioni hanno espresso l'entusiasmo, la partecipazione, il calore e la voglia di voler cambiare: per il bene comune. 
 
Ora ci vuole ancora un piccolo sforzo, VOGLIAMO E DOBBIAMO
RAGGIUNGERE IL QUORUM del 50%+1
Facciamoci promotori in queste prossime ore, per coinvolgere più persone al voto.
  
Non deleghiamo con l'astensione, chi in questo periodo ha fatto di tutto per non farci esprimere il voto.
 
Decidiamo NOI la scelta per IL FUTURO!!!
DOMENICA 12 E LUNEDI' 13  andiamo a votare.
 
 
 

mercoledì 11 maggio 2011

"BENVENGAMAGGIO 2011"

"Benvengamaggio"

Quest'anno ci vedrà animare e fare RI...passi di danze in giorni e posti diversi.
perchè il nostro obiettivo è ben preciso:

  danza per i REFERENDUM del 12 e 13 Giugno!!

ecco i primi ritrovi a Paderno Dugnano

venerdì 13-05 , dalle ore 21.15 presso la sala polifunzionale del seminterrato nella scuola media statale "S.Allende", in via Italia 13.

domenica 15-05, dalle 15.30  nel parco Lago Nord, ingresso dal parcheggio del Carrefour, giù alla rotondina.

mercoledì 4 maggio 2011

"ORGANIZZARE IL CORAGGIO CONTRO LA 'NDRANGHETA" LUNEDI' 9 MAGGIO 2011 ORE 20,30

Il Circolo Eco-Culturale La Meridiana ha aderito all'iniziativa curata dal Circolo ACLI Paderno Dugnano e ti invita a partecipare alla serata dal titolo "Organizzare il coraggio contro la 'ndrangheta"
 

 

sabato 30 aprile 2011

Danze a tavola



Le ricette che abbiamo incontrato 
fra una danza e l'altra...

Crestine di carnevale
Ingredienti:
500 gr di farina
300 gr burro
500 gr ricotta fresca
1 pizzico di sale
2 bustine di lievito vanigliato
Per ripieno marmellata di arance o limoni o mirtillo.

In una terrina lavorare il burro ammorbidito e la ricotta fino ad amalgamarli bene.
Sulla spianatoia mescolare la farina con il sale e il lievito fare una fontanella dove disporre il composto di burro e ricotta.
Impastare rapidamente formando una palla e lasciare riposare in frigo per 30 minuti avvolta nella pellicola trasparente.
Con il mattarello stendere la pasta della spessore di mezzo cm e ritagliare dei quadrati di circa 8/10 cm di lato.
Disporre al centro di ognuno una cucchiaiata di confettura, chiudere a triangolo sigillando bene i lati formando delle crestine.
Stendere su una placca da forno un foglio di carta oleata e disporre le crestine. Passare al forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti
A cottura ultimata lasciare raffreddare e spolverare con la zucchero a velo. 


Biscotti avena e mandorle
Ingredienti:
70 g farina integrale
70 g farina di avena
70 g farina di mandorle
90 g burro
50 g zucchero
1 uovo
1 bustina lievito x dolci
Frutta secca a piacere
Fiocchi di amaranto (possibilmente)

Sbattere burro con zucchero, unire uovo sbattuto e poi le farine e il lievito. Unire la frutta secca.
Fare delle palline di impasto e passarle nei fiocchi di cereali. In forno a 180 gradi x circa 15 min.

Castagnaccio
Ingredienti:
500 g farina di castagne
600 ml acqua
Olio extravergine d'oliva
uvetta passa e pinoli (possibilmente tostati prima).

Mescolare farina, acqua, 3 cuccchiai d'olio, uvetta e pinoli.
 Cospargi poi la superficie con un filo di olio d'oliva per non farlo seccare troppo. Deve stare in forno a 200* per almeno 1 ora. In Toscana si aggiungono anche aghi di rosmarino. 


Torta arancia e nocciole
Ingredienti:
1 arancia non trattata (e con la buccia sottile!)
250 g di nocciole tostate
6 uova
200 g zucchero (anche un po' meno)
100 g cioccolato fondente (molto "amaro")


Tritare nel mixer le nocciole fino a renderle molto fini ma non troppo, perché altrimenti ne escono tutti gli olii. Far bollire l'arancia per circa 10 minuti e poi frullarla. Intanto dividere i tuorli dagli albumi e montare i tuorli con lo zucchero e gli albumi a neve fermissima. Fondere il cioccolato a bagnomaria e poi unire ai tuorli, nell'ordine: arancia, nocciole, cioccolato e albumi. Versare in una teglia rivestita da carta da forno (o imburrata) e cuocere in forno già a 200 gradi per circa 30 minuti

Liquore allo zenzero

Ingredienti:
150 g radice di zenzero fresco a fettine, 
1 litro alcool 95°C
1 litro acqua
1 Kg  zucchero

Lavare e asciugare lo zenzero, tagliarlo a fettine e lasciarlo macerare per 3 settimane al buio in un vaso a chiusura ermetica, agitandolo una volta al giorno.
Scaldare l'acqua e sciogliere bene lo zucchero, e fare raffreddare lo sciroppo così ottenuto.
filtrare l'alcool e aggiungerlo allo sciroppo, imbottigliare e lasciare riposare un mese prima di bere.

note
se lo zenzero non viene sbucciato il liquore risulterà più scuro.
Se si utilizza zucchero di canna il liquore risulterà più scuro e denso.
Se prima di filtrare l'alcool si schiacciano le fettine di zenzero il liquore risulterà più piccante.

Torta sbrisolona di ricotta e cioccolato

Ingredienti:
Per la base

300 g farina
1 bustina di vanillina
100 g zucchero
100 g burro a dadini
1 uovo
1 pizzico di sale

Per il ripieno
500 g ricotta
150 g zucchero (di canna)
100 g cioccolato fondente

Lavorare l'impasto della base finché è amalgamato con effetto sbriciolato.
mettere 3/4 della base sul fondo della teglia, coprire con il ripieno, poi con la base rimanente.
cuocere 30' a 180°C, poi ancora 10 minuti di cottura solo da sotto, eventualmente lasciarlo nel forno spento ancora qualche minuto dopo il termine della cottura.
A piacere, una volta freddo spolverizzare con zucchero al velo.


FAR BRETON (dolce tipico della Bretagna)

Ingredienti:
250 g di farina

1 litro di latte

4 uova
250 g di zucchero (se ne può mettere anche meno a seconda dei gusti)

un pizzico di sale
150 g di prugne secche, uvetta, albicocche secche (a scelta, io l’ho sempre fatto con l’uvetta che immancabilmente si posizionava sul fondo nonostante l’infarinatura consigliata; ho letto una ricetta che consigliava anche fettine di mela)


Versate lo zucchero in una terrina e incorporate le uova, mescolando. Quando il composto risulterà bianco, incorporate la farina a poco a poco affinchè non si formino grumi, aggiungete il sale e diluite progressivamente con il latte, sempre mescolando bene, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Rotolate la frutta secca precedentemente ammollata nella farina
  per evitare che vada a finire sul fondo e aggiungetela al composto. Imburrate bene una pirofila dai bordi alti, versatevi il composto e infornate a 200° per un'ora, fino a quando sarà dorato.


OREHOVA POTICA
 
(potizza, grazie alla nostra amica Mija)
una ricetta tradizionale della cucina slovena

Per la pasta lievitata
1 kg di farina
40 g lievito
400-500 ml latte tiepido
150 g di zucchero
3 (o 4) tuorli
200 ml olio (o burro)
sale
... lasciate lievitare per ca. 2 ore

Per il ripieno di noci
300 ml di panna o latte (fatte bollire)
1 kg di noci macinate
200-300 g di zucchero
zucchero vaniglato
50 ml di rum
3 albumi (neve)
1/2 kg uvetta (opzionale) - prima bagnate nel rum o latte

Dividere la pasta in 3 parti. Stendete la pasta fino a circa 5 mmm (forma rettangolare).
Stendete il ripieno sopra la pasta (e uvetta). Arrotolate. Deponete i rotoli su una teglia imburrata.
Spennellate con l'uovo.
Fate cuocere nel forno caldo a 180 gradi per circa un'oretta.
Lasciate raffreddare lentamente. Per finire cospargete con zucchero a velo.

mercoledì 13 aprile 2011

Giornata Mondiale delle vittime dell'amianto - Fiaccolata a Paderno Dugnano 28 Aprile 2011

Ogni 5 minuti, una persona nel mondo muore a causadell’amianto, per un totale di circa 1.300.000 decessi anno.
Ciò nonostante si continua ad
estrarre, produrre e impiegare amianto.
In Italia, 4.000 morti e migliaia di malati: una vera ecatombe che, a detta degli esperti, avrà il suo picco massimo attorno al 2015 – 2020.

Giovedì 28 aprile a Paderno Dugnano alle ore 20,30 Fiaccolata per le vie della città.
Tra i promotori il Circolo Eco-Culturale La Meridiana
 

domenica 10 aprile 2011

STAGE di PIZZICA PIZZICA e TAMMURRIATA

venerdì 22, 29 aprile e 6 maggio 2011
insegnante Luciano Rovelli
dalle ore 21 alle 23, presso la sala polifunzionale nel seminterrato della scuola media "S.Allende" via Italia 13 Paderno Dugnano.
Iscrizioni:           si raccolgono le adesioni scrivendo a fulmonti4@gmail.com
                           max 30, così come pervenute cronologicamente.
                        
 Venerdì 22 aprile presentarsi alle 20.30 per l'iscrizioni .

Contributo spese di 20€ a partecipante, più 5€ di tessera 2011 per i non associati al Circolo.

La tammuriata, l'antica forma di ‘canto sul tamburo’ che  accompagna il  ‘ballo 'n coppa o tammurro, costituisce un’ affascinante forma espressiva della cultura contadina della Campania. E’ una danza rituale antica e terrena  introdotta dal ‘canto a fronna’ e scandita poi  dal ritmo binario della ‘tammorra'; carica di simboli e gesti ritualizzati, con una forte connotazione erotica, legata ai rituali collettivi del raccolto, della vendemmia, delle feste religiose…”
Si danza a coppie, usando ‘castagnette’ che suonano assecondando la gestualità delle braccia, all’interno di uno spazio, “o’ circhio”, delimitato da suonatori, cantatori, ballatori e spettatori, in una sintesi straordinaria di suono, canto e ballo.

TAMMURRIATA tradizionale dell' AGRO NOCERINO-SARNESE.
Programma:
• tecnica di danza: passi base e varianti, postura corpo e gestualità delle braccia, uso e suono delle castegnette
• struttura coreutica: le girate e le votate, relazione con lo spazio circolare e rapporto tra i danzatori.
• linguaggio della danza: rapporto danza e ritmi, simbologia, espressività personale e convenzione.

La pizzica pizzica, la tarantella  tipica dell’area salentina e territori circostanti, è la danza che accompagnava le feste, momento ludico di ricorrenze in famiglia o dei eventi religiosi della comunità. Il ballo non ha schemi fissi né sequenze di passi predefinite, ma presenta una struttura coreutica essenziale e un canone espressivo fatto di movenze e gestualità che i danzatori usano e interpretano in sintonia fra loro.
Si danza a coppie che si alternano all’interno della “ronda”, uno spazio circolare delimitato da suonatori, danzatori e spettatori.

Pizzica Pizzica tradizionale del basso Salento.
  Programma:
• tecnica di danza: passi base e varianti, postura corpo e uso delle braccia, uso del fazzoletto.
• struttura coreutica: il Giro grande e avvicinamenti (corteggiamento), relazione con lo spazio circolare, rapporto tra i danzatori.
• linguaggio della danza: rapporto danza e ritmo terzina, gestualità maschile e femminile, espressività personale e convenzione.
 

domenica 27 marzo 2011

....APRILE DOLCE D..ANZARE


care e cari danzerini ci ritroviamo ancora due venerdì: 
 
               8  e 15 aprile 2011
 
presso la sala polifunzionale del seminterrato della scuola media statale "S.Allende", dalle ore 21.15 in via Italia 13 a Incirano di Paderno Dugnano.
 
serate in allegria aperta a tutte e tutti
con il gruppo Danze Folk e l' 8 con Cristina Duciper un
                           RI..PASSO DI DANZE
tra quelle imparate quest'anno nei due laboratori e tante altre.
L'ingresso è libero e puoi passar parola, se poi vuoi portar qualche leccornia dolce o salata o bevanda, è sempre gradita condividerla.
 
CIAO dal gruppo Danze Folk / la Meridiana di Paderno Dugnano
 
ps: sono aperte le iscrizioni allo stage di "pizziche e tammurriate" che si terranno nello stesso posto, i venerdì 22, 29 aprile e 6 maggio e sarà tenuto dal Luciano Rovelli.